Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi tag: sesto fiorentino

A Rocco Schiavone (il vice questore creato da Anotnio Manzini) piacciono i tramezzini, ma non quelli che si trovano ovunque, quelli veri, quelli che si trovano a Roma; Montalbano è un buongustaio e ama cibarsi di piatti a base di pesce gustandoli in silenzio, mentre Pepe Carvalho è un vero chef, e poi c’è quel gourmet di Nero Wolfe per il quale il momento del pasto è un rito da consumare con lentezza, per l’Ispettore Antonio Sarti (creato da Loriano Macchiavelli) l’essenziale è che ci sia il caffè che consuma senza risparmiarsi e senza curarsi della colite, mentre Petra Delicado ama sorseggiare buon vino quando torna a casa, Maigret, invece, ha la fortuna di avere in cucina la signora Maigret che cucina deliziosi manicaretti e poi c’è Sherlock Holmes che, beh, lui non mangia mai! Insomma i personaggi, i detective, dei libri gialli, soprattutto quelli di ultima generazione amano stare gustare il cibo. “In cucina con i detective: da Maigret a Montalbano” è il titolo dell’incontro organizzato dal Club del Giallo proposto sabato 22 luglio alle 21 alla Festa sociale di Carraia a Calenzano. Saranno presenti: il medico Stefano Innocenti e gli scrittori Riccardo Parigi e Nicola Ronchi intervistati da Elena Andreini e Sandra Nistri.

La scorsa settimana, il 15 luglio, il Club del Giallo è stato ospite della Festa sociale di Carraia per parlare di Giallo di provincia: il territorio raccontato dalle storie poliziesche. Un incontro al quale hanno partecipato gli scrittori Luigi Bicchi, Filippo Canali e Davide Savorelli. Nella serata è stata analizzata la capacità della letteratura poliziesca di raccontare il territorio, soprattutto quello della provincia, e di come attraverso la storia “gialla” si riesca a mostrare quegli aspetti apparentemente nascosti presenti nei territori meno conosciuti, ma anche come grazie al racconto di genere alcuni luoghi poco frequentati sono diventati mete di turisti. E’ il caso di Camilleri che con il Commissario Montalbano e la sua immaginaria Vigata ha portato molti turisti a Porto Empedocle e nella provincia di Ragusa dove è stata girata la fiction oppure il caso di Pineta, altro luogo immaginario, dove Malvaldi ha ambientato le storie dei “vecchietti detective” e che corrisponde a Vecchiano. Insomma i gialli possono diventare anche guide turistiche per la promozione del territorio.

Annunci

Il Club del Giallo è stato ospite venerdì 16 giugno de “Il tè del venerdì” il programma in streaming promosso da Sesto Tv e Piananotizie. Negli studi di Sesto Tv insieme all’assessore Massimiliano Kalmeta, non in veste di assessore, ma di appassionato lettore di gialli, abbiamo parlato delle nuove uscite in libreria e delle serie Tv.

Per chi si è perso la trasmissione, la può rivedere qui


E’ da qualche tempo che non aggiorniamo il nostro blog. Di cose ne sono accadute nel frattempo che ci hanno portato ad allontanarci da questo nostro piccolo ma per noi importante strumento di comunicazione. Comunque siamo ritornati! Eccoci pronti a raccontare quello che accadrà tra poco. Il primo appuntamento del club del Giallo è quello di mercoledì 26 aprile alle 17.30 alla biblioteca CiviCa di Calenzano. Si riunisce il circolo di lettura per parlare di “L’ultima corsa per Woodstock” di Colin Dexter, con Elena Andreini e Sandra Nistri. Parleremo di Colin Dexter l’autore inglese che ci piace molto e che è deceduto alcune settimane fa. Chi volesse partecipare lo può fare venendo direttamente alla biblioteca oppure, se preferisce, annunciare la propria presenza a: amicidicivica@gmail.com – Barbara 333 7534738.

L’altro appuntameno è quello dell’assemblea del Club che si terrà giovedì 27 aprile alle 21 nella sede dell’associazione in piazza Ghiberti 29D a Sesto Fiorentino. All’ordine del giorno: la relazione del presidente, l’approvazione bilancio 2016, l’approvazione bilancio preventivo 2017 .

Con l’occasione potrà essere rinnovata la tessera associativa per il 2017 al costo di 10 euro. La tessera annuale 2017 rappresenta  infatti l’unica fonte di entrate che attualmente abbiamo per poter organizzare le nostre attività.

 


club gialloNon voglio forzare la mano a nessuno, ma se fossi uno scrittore di gialli ci proverei. Proverei a scriverne uno di massimo 15mila battute (spazi inclusi) ambientato a Firenze e provincia dove sia presente il cinema. Come il cinema, dirà qualcuno. Il cinema inteso in senso più ampio: sala cinematografica dove accade un delitto, set cinematografico allestito nella provincia di Firenze o nel capoluogo toscano dove avviene un fattaccio, attori, attrici, operatori, sceneggiatori, registi, attrezzisti etc. personale cinematografico protagonista di un fatto di cronaca nera, insomma giallisti scatenate la fantasia e partecipate al concorso, seconda edizione del Club del Giallo. Giallo fiorentino, dedicato a Luca Bandini in questa seconda edizione ha come presidente della giuria Marco Malvaldi. Come si diceva in una pubblicità: basta la parola. E i primi dieci giudicati migliori saranno pubblicati da Apice Libri e poi ci saranno i premi. Tutto questo lo trovate sul bando di concorso (cercatelo anche sul blog che state leggendo, oppure sul sito della Biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino). Ah dimenticavo, affrettatevi: la scadenza è il 31 luglio! Ah se sapessi scrivere un giallo… perché io un’idea l’avrei…

Buona scrittura a tutti! E come si dice nei comizi: partecipate numerosi.


club del giallo clubPassando davanti alla vetrina della Libreria Rinascita di Sesto Fiorentino abbiamo fatto una bella scoperta: il libro del Club del Giallo (anzi degli autori che hanno partecipato al concorso letteriaro e di Apice Libri) è esposto con tanto di locandina disegnata su misura. Emozionante per noi! Un ringraziamento di tutto cuore ai nostri amici giallisti, ai nostri appassionati “followers” ai soci, alla Libreria, ad Apice Libri, al Comune di Sesto Fiorentino e alla Biblioteca Ragionieri che ci hanno inserito in Maggio di Libri e proprio oggi 21 maggio alle 17 siamo in libreria (si quella dove c’è in vetrina il libro del Club) per un pomeriggio di letture, racconti, storie tutte rigorosamente in giallo.

 


giallo biblioUn nuovo filone di gialli sono quelli “sestesi”. Sì, perché Sesto Fiorentino (dove ricordiamo si è fermato anche Sherlock Holmes al quale il Comune alcuni anni fa dedicò un busto custodito alla Biblioteca Ragionieri) e un posto da “giallisti” (parola che non piace agli scrittori di gialli). Sono tanti gli scrittori di questo genere letterario nato o residenti a Sesto e ci sono anche coloro che a Sesto Fiorentino hanno ambientato alcuni romanzi. E’ il caso di Parigi e Sozzi con la loro insegnante-detective Cassandra Cecchi.

I giallisti sestesi sono stati ospiti di Maggio di Libri, la rassegna promossa dal Comune e dalla Biblioteca Ragionieri. Lunedì 9 maggio nella Sala Meucci della Biblioteca il pubblico ha potuto incontrare: Enrico Solito, Luigi Bicchi, Riccardo Parigi e Massimo Sozzi. Si è parlato di Sherlock Holmes (libri, cinema e tv) del Maresciallo Casati da Murlo, personaggio creato da Bicchi, di Complotto in riva d’Arno, l’ultimo libro della coppia di scrittori Parigi e Sozzi e poi di “Delitto e castigo” del giallo storico e della seconda edizione del concorso del Club del Giallo (uno degli organizzatori dell’incontro) dedicato a Luca Bandini, il cui tema sarà il cinema e la scadenza il 31 luglio.

Le foto provengono dalla pagina Facebook della Biblioteca Ragionieri


MalvadiUscito il 21 aprile scorso e già primo in classifica di vendita. “La battaglia navale” l’ultimo libro di Marco Malvaldi dove si racconta una nuova avventura dei vecchietti-detective, ha conquistato i lettori. Marco Malvaldi ancora una volta ha conquistato i lettori e lo ha fatto alla Biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino, invitato insieme al Club del Giallo, a presentare il suo libro. Iniziativa che ha aperto Maggio di Libri la rassegna promossa dal Comune di Sesto Fiorentino. La sala Meucci della Biblioteca era strapiena e lo scrittore di Vecchiano (“il secondo dopo Tabucchi” come ricorda lo stesso Malvaldi scherzandoci sopra) ha divertito e discusso con il pubblico, ha risposto alle domande e ha raccontato aneddoti e storie legate ai suoi libri e alla serie Tv andato in onda su SKY dei personaggi di Pineta. Uno spettacolo più che una presentazione, per un incontenibile Malvaldi stanco ma felice per la nuova uscita del libro.

La storia non ve la racconto, vi dico solo che a Pineta c’è un omicidio all’anno (cit. da La battaglia navale), ma non quanto a Cabot Cove (cit. Malvaldi). Quest’anno è toccato ad una badante ucraina. Ma i vecchietti che non sanno come passare il tempo non si fidano mai di nessuno neppure delle apparenze. E così scatta una nuova indagine con tanti indizi che lo scrittore mette nel libro per far partecipare il lettore. E ci riesce. Il libro è godibile ed è una garanzia per chi ama i vecchietti. Grazie a Malvaldi, infatti, la terza (o quarta?) età è stata sdoganata e scoperta anche da altri scrittori.

Malvaldi, però, ha confessato che per adesso per quest’anno non scriverà dei vecchietti, ma lo abbiamo detto prima, gli omicidi a Pineta (per ora) accadono una volta l’anno.

Elena

Foto di Roberto Vicario