Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi tag: serie

A voi è piaciuto? Dico, la prima puntata (che poi sono due episodi) di Don Matteo 11, a voi è piaciuto? Che ne dite delle novità introdotte, tipo il nuovo capitano donna Anna Olivieri interprepato da Maria Chiara Giannetta? A giudicare dai dati auditel la prima puntata di Don Matteo 11 andata in onda su Rai Uno il giovedì 11 gennaio ha avuto molti telespettatori: 7 milioni e 632mila per uno share del 31,6%. Le novità introdotte sono di nuovi ingressi nel cast come Maurizio Lastrico il PM Marco Nardi, la giovane youtuber Maria Sole Pollio che interpreta Sofia e Simona Di Bella terzoo volto di Assuntina Cecchini la figlia del Maresciallo Cecchini interpretato da Nino Frassica, colonna portante della fiction insieme a Terence Hill (don Matteo). A conti fatti (dell’auditel) la fiction è piaciuta, a conti fatti a me un po’ meno. Non sono mai stata una fedele e appassionata spettatrice del prete in bicicletta per le strade di Spoleto che ficca il naso nei delitti, preferisco di gran lunga il Padre Brown rivisitato dalla Bbc in onda su Paramount Channel. Insomma vedremo stasera, 18 gennaio, come andrà la seconda puntata composta da due episodi e dove ci sarà anche il ritrovamento del cadavere un prete…

Elena

Annunci

barlumeMmm… Sono rimasta perplessa. Anzi un po’ delusa. Da cosa? Dalla prima serata della miniserie Tv andata in onda ieri sera su Sky “I delitti del BarLume” tratta da due romanzi di Marco Malvaldi con protagonisti il “barrista” Massimo e i quattro vecchietti investigatori per caso. Il primo episodio è stato “Il re dei giochi” tratto dall’omonimo giallo di Malvaldi.

L’attesa c’era. I gialli di Pineta sono irresistibili, ma la serie Tv non è all’altezza dei romanzi. Certo, (qualcuno dirà, è normale, succede quasi sempre quando si passa dal romanzo alla Tv), ma non si tratta di una questione di “traduzione” dal romanzo alla Tv, piuttosto di una distorsione troppo evidente del romanzo. Prima di tutto Pineta è un luogo immaginario (ispirato a Pontasserchio) in provincia di Pisa e va bene, che il film tv sia stato ambientato all’Isola d’Elba, ma il mare a Pineta non si vede proprio e i personaggi del romanzo hanno un accento (più o meno vago) pisano. In tv c’è di tutto: dal fiorentino di alcuni (compreso l’inutile narratore), al campigiano del compianto Carlo Monni (“i’ me nepote”), al livornese della bella Tiziana fino ad un vernacolo imbrobabile di Timi. Insomma, un guazzabuglio che ad un non toscano potrà anche piacere ma che al nostro orecchio infastidisce per l’approssimazione.

Il tutto è risultato deludente per chi ha amato e continua ad apprezzare i gialli del BarLume. Speriamo nel prossimo episodio che andrà in onda su Sky lunedì 18 novembre.

Mi piacerebbe sapere  cosa ne pensate. Vi è piaciuto l’episodio del BarLume?

Elena