Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi tag: Sciascia

IMG_0373Il mistero, stavolta, non sta tanto nel finale o nella ricerca dell’assassino ma in chi ha scritto il giallo. E’ un enigma, infatti, l’identità di tal Geoffrey Holiday Hall, autore del notevole “La fine è nota” pubblicato da Sellerio nel 1990. In realtà il libro risale a molti anni prima, al 1949, e in Italia era già stato pubblicato nei “Gialli Mondadori” suscitando l’ammirazione di Leonardo Sciascia che, dopo avere letto il libro acquisto casualmente alla stazione ferroviaria di Caltanissetta, era rimasto letteralmente folgorato cercando, inutilmente, di trovare notizie dell’autore. La trama del giallo prende il via con un suicidio: siamo negli anni Quaranta a New York e nell’appartamento di Baycard Paulton, uomo ricco e di successo, uno sconosciuto che lo sta attendendo si getta inspiegabilmente da una finestra. Un suicidio in piena regola ma, anche se la fine è nota fin dalla prima pagina, in realtà le motivazioni del gesto si capiranno solo alla fine dopo una serie di eventi ed apparizioni sulla scena di personaggi come la donna che, arrivata dal Montana, riconosce il cadavere. Il libro ha ispirato anche una trasposizione cinematografica di Cristina Comencini ma l’ambientazione, in Italia e negli anni di piombo, non rende giustizia alla trama originaria. Dopo questo giallo l’autore scrisse solo un altro libro, di minor successo ma comunque ugualmente brillante, “Qualcuno alla porta” edito da Sellerio nel 1992. In molti leggendo i due gialli hanno pensato che dietro al nome dello scrittore si nascondesse, in realtà, un autore famoso “in vacanza” (vedi “Holiday”) che si fosse divertito a pubblicare utilizzando uno pseudonimo. In realtà pare che Geoffrey Holiday Hall esistesse davvero e sia scomparso nel 1981: visti i risultati peccato che sia stato così poco prolifico come scrittore..

Sandra

Annunci