Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi categoria: Incontri gialli

Sabato 16 dicembre a partire dalle ore 20 nell’Agriturismo La Bacca Blu di Bricherasio (To) in Strada Rivà 31, con prenotazione obbligatoria allo 0121-598647, dopo il successo di settembre si replica con una nuova Cena con delitto a cura del Circolo Artistico e Letterario Hogwords. Per ulteriori info http://hogwordsblog.wordpress.com

Annunci

Un incidente stradale, una persona uccisa, un giovane alla guida dopo aver ingerito alcol e pillole. E’ la notte dell’ultimo dell’anno in una città semivuota e intenta a divertirsi nei palazzi e nei locali. Il fatto accade e da lì una catena di eventi che unisce cinque persone intrecciando in meno di 24 ore i loro destini. Tragici. Poco meno di 150 pagine di tensione per raccontare cinque persone diverse tra loro incrociate da un attimo di disattenzione, da un tragico evento, cinque punti di vista differenti, cinque persone che si trovano, per caso (per caso?) nel momento sbagliato nel posto sbagliato. E’ questo il libro di esordio di Francesca Magrini “Destini” edito da La Signoria Editore presentato ieri, 11 dicembre alla biblioteca CiviCa di Calenzano da parte del Club del Giallo. La storia si svolge tra la fine dell’anno e il 1 gennaio. I cinque personaggi sono: Edo un giovane di buona famiglia che nella notte di San Silvestro uccide in un incidente stradale uno straniero senza fissa dimora, Giovanni, il padre del giovane, ricco e potente che con i suoi legami segreti riesce ad aiutare il figlio, Enrico un 45enne con due divorzi alle spalle, tre lavori, rissoso con la vita, Albert tedesco, senza fissa dimora e La Voce un misterioso personaggio a metà tra la spy story e la cattiva coscienza. Un giallo che lascia senza fiato fino all’ultima pagina, con un finale a sorpresa.


Si erano appena sfiorati nella vita, incrociati in occasioni lavorative, erano scivolati via ciascuno con un obiettivo, mentre alcuni fili sospesi e invisibili li legavano come accade nella creazione di una ragnatele: sottili legami passati tra persone amiche, incrociate per caso. Solo apparentemente per caso. Luca (Bandini) e Daniele (Calieri) non si conoscevano bene, non erano amici tanto da trascorrere le giornate insieme o le vacanza, eppure oggi loro sono “legati” da un triste destino e da tante persone. Nasce così la serata di mercoledì 29 novembre alla biblioteca CiviCa di Calenzano “Gli amici di Luca e Daniele”, morti entrambi (e qui il tragico destino) nel 2015 a 57 anni (Luca li avrebbe compiuti tre mesi dopo, Daniele li aveva compiuti tre mesi prima). La serata è stata organizzata dal Club del Giallo, e da Sonia e Elena. Riportiamo il testo di Piananotizie della serata, che condividiamo.

“La colonna sonora del film di Tarantino “Pulp Fiction” come inizio di una serata dedicata a due persone speciali: Luca Bandini, scrittore sestese, e Daniele Calieri, giornalista e fondatore di Piananotizie. La serata dal titolo “Gli amici di Luca e Daniele”, organizzata dal Club del Giallo, si è tenuta ieri sera, 29 novembre, alla biblioteca CiviCa alla presenza dell’assessore Irene Padovani che ha ricordato Daniele Calieri, conosciuto agli inizi degli anni 2000 a Legri. Tanti amici e parenti si sono ritrovati insieme a Sonia ed Elena per ricordare in modo leggero Luca e Daniele con racconti e video coordinati alla perfezione da Sandra Nistri, amica sia di Luca che di Daniele morti entrambi a 57 anni nel 2015. Nella serata lo scrittore Massimo Sozziha letto un racconto di Luca Bandini, mentre Daniele Papi ha ricordato le esperienze radiofoniche e televisive di Daniele Calieri presentando alcuni video realizzati da Sesto Tv e da Sergio Campostrini. Tra musica, immagini,m ricordi e qualche sorriso, sulla musica e le parole della canzone “Quelli belli come noi” di Vecchioni e Nuti, si è conclusa una serata che ha avuto il semplice obiettivo di non dimenticare due persone speciali come Luca e Daniele”.


E’ stata una giornata fantastica quella della premiazione della terza edizione del concorso letterario Giallo Fiorentino dedicato a Luca Bandini che si è tenuta il 21 ottobre scorso alla Libreria Rinascita di Sesto Fiorentino. Sono stati  12 i selezionati del concorso. I tre vincitori e gli altri selezionati sono stati inseriti nel libro “I delitti del pentagramma” di Apice Libri, uno dei premi del concorso insieme a buoni acquisto e gioielli donati da alcuni commercianti locali (libreria Rinascita, Farmacia Ragionieri, Ornella Gioielli). Alla premiazione era presente il sindaco Lorenzo Falchi, l’assessore Massimiliano Kalmeta (il Comune di Sesto Fiorentino ha concesso il patrocinio sin dalla prima edizione), il presidente della giuria Gigi Paoli, giornalista e scrittore e la presidente onoraria del Premio, la moglie di Bandini scomparso nel 2015, Sonia Scartabelli. Il vincitore dell’edizione 2017 del concorso è stato Antonio Di Carlo con il racconto “Il flauto magico”, seconda classificata Cristina Giuntini con “Delitti fra le note” e terzo premiato Paolo Dapporto con “Soste notturne”. Gli altri selezionati sono stati: Sara Galeotti con “Sonata per la Beata Giovanna”, Cristina Katia Panepinto con “Delitto a Boboli”, Mauro Salvadori con “Il sacchetto”, Nicola Ronchi con “Fra i reparti”, Sabrina D’Errico “La forza del destino”, Andrea Carraresi con “Solo uno strumento del destino”, Davide Savorelli con “Grullerelli’s Rhapsody”, Andrea Vitali con “Una bella domenica a Lucca” e Anna Cecioni con “La sonata di Chopin”. Durante la serata è stato presentato il nuovo bando del concorso letterario Giallo fiorentino dedicato a Luca Bandini, quarta edizione.


“Il Giallo in bianco e nero” è il primo di tre incontri che il Club del Giallo terrà alla Biblioteca di Signa (Firenze) nel mese di ottobre, mese dedicato alle biblioteche. Il programma della biblioteca signese si intitola “Ma dove? In biblioteca”. Il primo incontro del Club del Giallo è il 6 ottobre alle 18.30 alla Biblioteca Boncompagno da Signa, Elena Andreini e Sandra Nistri parleranno dei classici della letteratura gialla (da Chesterton a Rex Stout a Simenon) con letture e curiosità sulle trasposizioni televisive di ieri e di oggi. Insieme a Sandra ed Elena c’è anche la Chef Sabrina Caterina Rossello che proporrà una ricetta di dolcetti ispirati alle letture, dolcetti che verranno offerti ai partecipanti.

Il secondo incontro è il 13 ottobre alle 21.15 dal titolo “A tavola con Montalbano e gli altri detective” letture e curiosità con la presenza di un medico che commenterà i tipi di alimentazione dei personaggi protagonisti dei gialli (Carvalho, Montalbano, Coliandro, Schiavone…) a cura di Riccardo Parigi.

Il terzo incontro è il 20 ottobre alle 18.30 con “Il giallo a colori” incontri finale dedicato ai gialli “particolari” che scivolano in altri generi letterari come i vecchietti-detective di Malvaldi o le storie di Alice Allevi della scrittrice Alessia Gazzola.

 


Dal 29 ottobre al 1 novembre torna Gialli a Ischia, laboratori gastronomici e del pensiero: 4 giorni dedicati agli autori, alla gastronomia e ai libri gialli. “La teoria dei giochi e l’azzardo del delitto” è il titolo della rassegna di Edizioni Forme Libere che si terrà al Park Hotel & Terme Romantica di Ischia. Domenica 29 ottobre tra i vari appuntamenti ci saranno: un laboratorio gastronomico “Giallisti a lezione dallo Chef”, l’aperitivo e il pranzo con l’autore, il 30 ottobre si terrà il laboratorio del pensiero e il 31 ottobre la cena con delitto. Mercoledì 1 novembre “Tutti a Sant’Angelo fra gialli, giochi e idee” con la chiusura a sorpresa del festival.

Saranno presenti gli autori: Piera Carlomagno, Giamrico Carofiglio, Grazia Corte, Andrea Esposito, Michela Gecele, Carmine Montuosi, Nicola Odiati e gli chef Gian Marco Carli e Davide Mea.

 


Rileggevo Scerbanenco l’altro giorno e mi sono emozionata di nuovo, come mi era capitato le prime volte che lo avevo letto. Le sue storie sono sì storie poliziesche, ma sono ritratti di città, di una città come Milano che negli anni 60 piano piano si avvicinava a diventare “la Milano da bere” e la “Milano nera”, il ritratto di una città piccola o grande, secondo me scaturisce nella sua realtà proprio dai romanzi gialli. Si pensi a Loriano Macchiavelli o a Lucarelli che raccontano Bologna, oppure a Biondillo che racconta la periferia milanese. La periferia, la provincia quella nera che custodisce segreti e manie. Quanto il “giallo” racconta la provincia? Ne parleremo sabato 15 luglio, alla Festa Sociale organizzata dalla Società per il benessere popolare, a Carraia (Calenzano) alle ore 21,30. Il titolo dell’incontro è “GIALLO IN PROVINCIA:il territorio raccontato dalle storie poliziesche”. Saranno ospiti Davide Savorelli e Luigi Bicchi che presenteranno i loro libri.