In questi ultimi due anni la Rai sta proponendo delle buone fiction e non parlo solo di Montalbano o di Rocco Schiavone, ma anche di Non uccidere, una serie tv originale in particolare nel modo in cui è stata girata e nella fotografia cruda, diretta e seducente. Ottima scelta anche dei personaggi e degli attori che li interpretano, come Miriam Leone che non è solo bella, ma costruisce un personaggio solido e solo, una del tipo “contro tutti” fuori dalle regole, tosta e decisa e poi Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Riccardo Lombardo, Luca Terracciano, e, nella prima stagione Monica Guerritore. Si, perché la fiction è andata in onda due anni fa su Rai Tre con una prima stagione di 12 puntate. Pare non sia andata molto bene, era un prodotto forse di nicchia, non popolare com e Don Matteo, ma ben fatto. Dal 12 giugno sarà su Rai Due, ma per chi vuole può vedere tutte le puntate su RaiPlay come ho fatto io. E mi sono piaciute.

Miriam Leone interpreta Valeria Ferro, ispettore della Squadra Omicidi di Torino, una poliziotta giovane ed estremamente abile, forte di un grosso intuito e di un’ossessione: quella per la verità. Ma il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. La serie è stata trasmessa anche in Francia e in Germania.

Da non perdere

Elena

Annunci