Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi del mese: giugno 2017

Tra appassionati di libri gialli si sa si cerca di collaborare. Ed è quanto sta accadendo tra il Club del Giallo e Giallo Pistoia l’associazione pistoiese più “anziana” della nostra. La collaborazione è iniziata da un po’ di tempo e proprio ieri si è concretizzata in un nuovo rapporto di amicizia e scambio di informazioni: Sonia del Club del Giallo è stata ospite della trasmissione Giallo Pistoiese di Tvl per registrare la trasmissione che andrà in onda sulla tv pistoiesa domenica 25 giugno alle 17. Poi ci saranno le repliche. Sonia ha ricordato come è nato il Club del Giallo e il terzo concorso Giallo fiorentino dedicato a Luca Bandini la cui scadenza è il 15 luglio. Buona visione!


Più che da un cilindro esce da un smartphone è l’ultima novità di un thriller in usicata “Il coniglio bianco” di Nino Treusch edito De Agostini. Scritto da un insider del mondo delle telecomunicazioni, Il coniglio bianco è un thriller ad alto tasso di adrenalina che ci mette di fronte a scomode verità. In grado di cambiare per sempre il nostro rapporto con lo smartphone, feticcio indiscusso dei tempi in cui viviamo.

Ecco la trama. Jan ha trentasette anni, una moglie bella e intelligente, due figli di cui va fiero e la carriera apparentemente perfetta del dirigente strapagato. Ma quando, un po’ per noia e un po’ per ambizione, accetta l’offerta di lavoro di un colosso internazionale della telefonia mobile, non immagina di aver messo a repentaglio tutto ciò che gli è caro.

Quello dei cellulari è un settore in fortissima espansione, eppure il primo incarico di Jan prevede lo smantellamento della sede di Bangalore, la Silicon Valley indiana. Ben presto, Jan inizia a sospettare che nella sua azienda siano in molti ad avere qualcosa da nascondere. E a volerlo usare come semplice pedina in un gioco molto più grande e cattivo di lui. Scritto da un vero insider, da anni top manager nel settore delle telecomunicazioni, Il coniglio bianco è un thriller ad alto tasso di adrenalina che ci mette di fronte a scomode verità. In grado di cambiare per sempre il nostro rapporto con lo smartphone, feticcio indiscusso dei tempi in cui viviamo.


L’avete letto l’ultimo libro di Carlo Lucarelli? Intrigo italiano? Vi è piaciuto? A me moltissimo, del resto Lucarelli è uno dei migliori scrittori italiani e anche uno dei migliori di libri gialli. Se vi è piaciuto o se non vi è piaciuto, se l’avete letto o se non l’avete letto, se volete discuterne con qualcuno, insomma se volete partecipare al circolo di lettura del Club del Giallo ecco lo potete fare. L’appuntamento è il 27 giugno alle 17.30 alla biblioteca CiviCa di Calenzano. Noi saremo lì… vi aspettiamo!


Il Club del Giallo è stato ospite venerdì 16 giugno de “Il tè del venerdì” il programma in streaming promosso da Sesto Tv e Piananotizie. Negli studi di Sesto Tv insieme all’assessore Massimiliano Kalmeta, non in veste di assessore, ma di appassionato lettore di gialli, abbiamo parlato delle nuove uscite in libreria e delle serie Tv.

Per chi si è perso la trasmissione, la può rivedere qui


Viene considerata l a risposta tedesca alla Ragazza del treno si tratta de La Verità il libro di Melanie Raabe che sarà a Roma il 23 giugno, il giorno dopo l’uscita del libro che sarà il 22 giugno.

La trama. Da ormai sette anni, Sarah vive sola con il suo bambino: dopo essere partito per un viaggio d’affari in Sud America, suo marito Philipp è scomparso, precipitando Sarah in un incubo. Fino a quando, improvvisamente, viene annunciato il ritorno di Philipp, lasciato libero dopo essere stato per sette anni nelle mani di una banda di rapitori. La notizia diventa un caso mediatico. Sarah è incredula e frastornata, e si prepara ad accogliere il marito. Ma quando il portello dell’aereo che dovrebbe restituire Philipp alla sua famiglia si apre, accade l’impensabile: a scendere la scaletta non è Philipp. È un uomo che Sarah non ha mai visto prima. Che cos’è successo? Chi è questo estraneo che si spaccia per Philipp? E, soprattutto, che intenzioni ha? Se dello sconosciuto Sarah non sa nulla, lui invece sembra sapere tutto di lei, e la minaccia. Se si azzarderà ad aprire bocca denunciandolo alla polizia, perderà ogni cosa: suo marito, suo figlio, la sua stessa vita.Uno psicothriller elegante e inquietante, La verità insinua il dubbio nel lettore pagina dopo pagina, e conferma il grande talento di una delle migliori autrici della nuova generazione.

Melanie Raabe è nata a Jena nel 1981, è cresciuta in un paesino di quattrocento anime della Turingia, ha trascorso l’adolescenza giocando a calcio e arrampicandosi sugli alberi in una cittadina della Vestfalia settentrionale e ha studiato Scienze della comunicazione e Letterature comparate a Bochum. Ha lavorato come giornalista e scritto testi teatrali e racconti. La verità  è il suo secondo romanzo dopo La trappola.


E’ uscito un nuovo libro giallo di Matteo Di Giulio. Si intitola “Indagine al Giambellino edito da Fratelli Frilli Editori. Ecco la storia. Un ex poliziotto condannato a vivere con un proiettile in testa, ma che grazie a quella ferita ha guadagnato le capacità di un mentalista. Un omicidio difficile da risolvere, in una Milano di periferia che annaspa tra passato e presente. Un giallo che si tinge di nero, scavando nei problemi di una città pronta a esplodere: un’indagine a metà tra Conan Doyle e Maurizio De Giovanni, con un pizzico di Gaber e di buon senso


In questi ultimi due anni la Rai sta proponendo delle buone fiction e non parlo solo di Montalbano o di Rocco Schiavone, ma anche di Non uccidere, una serie tv originale in particolare nel modo in cui è stata girata e nella fotografia cruda, diretta e seducente. Ottima scelta anche dei personaggi e degli attori che li interpretano, come Miriam Leone che non è solo bella, ma costruisce un personaggio solido e solo, una del tipo “contro tutti” fuori dalle regole, tosta e decisa e poi Matteo Martari, Thomas Trabacchi, Riccardo Lombardo, Luca Terracciano, e, nella prima stagione Monica Guerritore. Si, perché la fiction è andata in onda due anni fa su Rai Tre con una prima stagione di 12 puntate. Pare non sia andata molto bene, era un prodotto forse di nicchia, non popolare com e Don Matteo, ma ben fatto. Dal 12 giugno sarà su Rai Due, ma per chi vuole può vedere tutte le puntate su RaiPlay come ho fatto io. E mi sono piaciute.

Miriam Leone interpreta Valeria Ferro, ispettore della Squadra Omicidi di Torino, una poliziotta giovane ed estremamente abile, forte di un grosso intuito e di un’ossessione: quella per la verità. Ma il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. La serie è stata trasmessa anche in Francia e in Germania.

Da non perdere

Elena