Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi del mese: febbraio 2017

sherlock-holmes-lavventura-nei-fumettiQuando Sherlock Holmes diventa un fumetto. Ecco un libro per appassionati di gialli, di sherlock Holmes e di fumetti si tratta di: Sherlock Holmes. L’avventura nei fumetti a cura di Luigi Siviero.

“La stella del detective Sherlock Holmes creato da Arthur Conan Doyle nel romanzo Uno studio in rosso del 1887 non si è mai spenta nel corso dell’ultracentenaria vita multimediale del personaggio, che ancora oggi è sulla cresta dell’onda grazie ad adattamenti e riscritture come il telefilm Sherlock interpretato da Benedict Cumberbatch, i numerosi film fra cui i recenti Sherlock Holmes di Guy Ritchie e Mr. Holmes di Bill Condon, i racconti e romanzi apocrifi che di anno in anno ingrossano una mole immensa di materiale, e i fumetti, realizzati fra gli altri da autori di prima grandezza come Alan Moore, Tiziano Sclavi e Warren Ellis.

Sherlock Holmes. L’avventura nel fumetto è un viaggio nel mondo sterminato e labirintico di parole e immagini nel quale Sherlock Holmes ha vissuto per più di un secolo. Dalle strisce classiche di Chester Gould e Elzie C. Segar alla British Invasion di Alan Moore, dalla nascita dei comic book all’invenzione delle graphic novel, dai Peanuts di Charles M. Schulz alle avventure dei supereroi della Marvel e della DC Comics, da Dylan Dog a Detective Conan, Sherlock Holmes è stato una presenza pressoché costante nel fumetto americano e mondiale.

Questo libro non è solo un’appassionante ricostruzione dell’utilizzo della figura di Sherlock Holmes nei fumetti da una prospettiva storica, ma anche uno strumento per addentrarsi in importanti questioni fumettistiche e extra-fumettistiche. Cosa sono le graphic novel? Quali caratteristiche ebbe la British Invasion? Che tipi di fumetti venivano pubblicati nei comic book delle origini prima che gli editori americani adottassero il Comics Code? Analizzando questi fenomeni dall’angolazione di Sherlock Holmes si ottengono risposte fresche e interessanti.

Prendere in considerazione le centinaia di apparizioni di Sherlock Holmes in maniera così capillare ed esaustiva permette anche di osservare da un punto di vista privilegiato i meccanismi della produzione culturale, la dicotomia fra originalità e imitazione e la diffusione di idee e stili”.

 


unnamed-1 unnamedDue segnalazioni di libri in uscita: L’incidente svedese di Kevin Wignall e A caccia di ombre di Michael Prescott. 
L’incidente svedese di Kevin Wignall (AmazonCrossing 
Data di uscita: 21 marzo 2017). Dan Hendricks è un ex agente della CIA, ora al soldo di varie agenzie straniere. Dà la caccia a pericolosi latitanti, li cattura, li consegna e si intasca il compenso. Non fa mai troppe domande, e la sua migliore referenza è l’abilità con cui porta a termine ogni incarico. Quello di Dan è un lavoro delicato, dove si rischia la vita, e dove può accadere che diverse persone possano volerti morto.

A caccia di ombre di Michael Prescott (AmazonCrossing Data di uscita: 7 marzo 2017). Abby Sinclair si definisce un “pesce pilota”, uno di quei piccoli pesci che nuotano insieme agli squali e ne raccolgono i residui di cibo. Come consulente per un’agenzia di sicurezza di Los Angeles, lei fa lo stesso, solo che i pesci insieme a cui nuota sono stalker, come Raymond Hickle, e i residui che racimola sono frammenti di informazioni essenziali per comporre i profili psicologici dei soggetti come lui. Abby si insinua nella vita di Hickle per scoprire se la fissazione di questo individuo solitario per la conduttrice televisiva Kris Barwood possa sfociare in una minaccia per la vita di lei.

 


unnamedDal 23 febbraio in libreria esce il libro “Il prigionieri del fuoco” di Federico Inverni.

“Manca poco al tramonto quando il cielo grigio e nero che incombe sulla città di Haven si accende di un rosso infuocato. Ma quel bagliore non proviene dal sole calante che tenta di illuminare uno degli ultimi giorni che precedono il Natale.È il rosso violento di un incendio scaturito sulla cima di una collina in periferia, nella cittadina abbandonata di Eden Crossing.Il respiro del fuoco non ha lasciato scampo: l’eccentrico tempio che accoglieva il reverendo Tobias Manne e i suoi adepti è ora un sepolcro ardente con decine di vittime.La profiler Anna Wayne e il detective Lucas sono arrivati troppo tardi per impedire quel suicidio rituale…  ma qualcosa appare assurdamente incongruo. Qualcuno è riuscito a dominare il fuoco, a farsene padrone. E forse quello non è un suicidio collettivo, ma la più efferata delle stragi, messa in atto da una mente visionaria e geniale. Perché esiste soltanto una cosa più affascinante e pericolosa del manipolare il fuoco: manipolare le menti. Mentre in città la notte arde di altri fuochi, Anna e Lucas devono sfidare il tempo per riuscire a elaborare un profilo del killer, ricostruire la storia delle vittime e individuare la più sfuggente delle ombre, prima che uccida ancora.Ma ogni indagine ha un prezzo, e quando sia Anna sia Lucas scoprono che quel caso affonda le radici nel loro passato, nei loro segreti, sono costretti a chiedersi se possono davvero fidarsi l’una dell’altro… O se invece, come predicava il reverendo Tobias Manne, non sia il momento di compiere l’ultimo passo: accettare l’inaccettabile.

Federico Inverni è lo pseudonimo di un autore che preferisce conservare il proprio anonimato, lasciando che siano i suoi romanzi a trovare la loro strada, ma è felice di parlare con i suoi lettori e con i tanti librai che l’hanno contattato attraverso i social network. Nasconde i suoi interessi e le sue passioni fra le righe che scrive. Ha esordito con Corbaccio nel 2016 con il thriller Il prigioniero della notte, il primo romanzo con protagonisti la profiler Anna Wayne e il detective Lucas. Il respiro del fuoco è il suo secondo romanzo”.


elena-e-sandraIl Club del Giallo dopo qualche problema “tecnico” è tornato in streaming su Piananotizie.it. Oggi 22 febbraio abbiamo parlato di serie tv (da quella che inizia stasera su RaiUno “la porta rossa” alle vecchie serie come Il Maresciallo Rocca, fino ai nuovi episodi del Commissario Montalbano) e poi, ovviamente anche di libri. Non solo. Abbiamo parlato anche dei nuovi appuntamenti del Club del Giallo alla Biblioteca CiviCa di Calenzano con il prossimo circolo di lettura che si terrà il 20 marzo alle 17.30 dedicato al libro di Gigi Paoli “Il rumore della pioggia”. Chi volesse partecipare può venire direttamente il 20 marzo oppure prenotare alla biblioteca la propria presenza.


img_20170221_143925 dsc_0302Torna per il settimo anno consecutivo il Festival del Giallo: Pistoia, capitale della Cultura per il 2017, punta così a diventare anche la capitale della letteratura gialla, noir e thriller. La rassegna si terrà dal 24 al 27 febbraio.

Per questa edizione grandi ospiti, non solo scrittori e giallisti (da Carlo Lucarelli a Franco Forte, da Giorgio Pulixi a Romano De Marco) ma anche magistrati, dirigenti di istituti penitenziari, agenti delle forze dell’ordine e avvocati per fare un excursus a tutto tondo sul mondo del crimine e delle indagini, sul mondo del giallo e del noir. E un cameo tutto pistoiese: un focus sul cinema di Mauro Bolognini e un omaggio a tre grandi figure di illustri concittadini pistoiesi, lo stesso Mauro Bolognini, Ippolito Desideri e Atto Melani.

Il festival – organizzato dall’Associazione Culturale Giallo Pistoia con il Comune di Pistoia, la Biblioteca San Giorgio di Pistoia e la direzione artistica di Giuseppe Previti – aprirà i battenti venerdì 24 febbraio offrendo, fino alla giornata di lunedì 27, appuntamenti, tavole rotonde, premiazioni, presentazione di libri, interviste su tutto il mondo che gravita attorno alla letteratura gialla e non solo. Si analizzeranno i personaggi celebri dei libri noir, ma anche le storie di cronaca che portano l’attualità dentro la letteratura, spaziando tra teatro, televisione e cinema. Il festival sarà ospitato nella biblioteca San Giorgio (Via Sandro Pertini, area ex Breda) da venerdì a domenica. La giornata di lunedì invece sarà in parte al liceo classico Niccolò Forteguerri e in parte (la serata finale) al teatro Mauro Bolognini, e rientra nel programma ufficiale di Pistoia Capitale della Cultura 2017.

Tanti i piatti forti del programma, dall’apertura del festival (venerdì 24 alle 9.45) affidata al Presidente del Tribunale di Pistoia Fabrizio Amato agli incontri con Luigi Guicciardi, Romano De Marco, Franco Forte, Alan D. Altieri, Carlo Cappi, Stefano Di Marino, Secondo Signoroni (venerdì dalle 15), dal magistrato-scrittore Christine Von Borries (sabato 25 alle 11,30) a Carlo A.Martigli, Rita Monaldi e Francesco Sorti (sabato dalle 15). Molteplici i temi che saranno trattati e affrontani, che esulano la sola letteratura: dall’evoluzione del mondo delle truffe alle recenti spy stories, dalle stragi di mafia ai misteri irrisolti, con un curioso excursus anche nel mondo del fumetto (domenica 26 alle 10).

Il festival avrà anche due eventi collaterali: giovedì 23 febbraio con una visita notturna a Pistoia Sotterranea assieme allo scrittore Franco Forte e sabato 25 febbraio in piazza San Francesco con l’appuntamento ‘Storie di Pistoia scritte con il sangue’ (alle 15), visita guidata per la città organizzato in collaborazione con il Centro Guide Turismo di Pistoia.

Hashtag ufficiali: #pistoia17 #giallopistoia17


computer-4Lago Titisee. Foresta Nera. Un uomo noleggia una barca a remi, si allontana dalla riva e svanisce nel nulla. È il celebre blogger d’inchiesta René Berger, noto alle cronache di tutto il mondo per aver denunciato le gravi frodi di una potente azienda farmaceutica, rendendo pubbliche quelle che dovevano assolutamente restare informazioni riservate.
René Berger è Il blogger. Una sorta di Julian Assange dell’industria farmaceutica. E il blogger è un thriller puro. Una storia attraente che corre veloce sulla rete tra post e omicidi, file secretati ed email, sondando un tema di spaventosa attualità. “L’industria farmaceutica è l’unica religione universale al mondo”, si legge nel libro.
Lo ha scritto Patrick Brosi, classe 1987, giovane talento della provincia tedesca – quella di Stoccarda nello specifico – che per questo suo secondo romanzo, nel 2015, si è portato a casa l’importante Stuttgarter Krimipreis in ambito economico.
Il montaggio è ritmato, serrato, incalzante. Così come le indagini che vanno da Berlino a Friburgo, da Amburgo a Basilea. Su tutto domina l’ombra della Foresta Nera, inquietante come la verità che verrà a galla, un atto di accusa contro una società imbarbarita.

“Rimpiangeremo i tempi passati in cui si poteva ancora prendere in mano una cimice e la si poteva rimuovere come una spina dalla carne”.

Le acque torbide del Titisee sembrano aver ingoiato René. Omicidio? Suicidio? Sulle tracce del famoso whistleblower si gettano soprattutto in due: la grintosa giornalista, Marie Sommer, alla ricerca di uno scoop, e il commissario Andreas Nagel, pachidermico nel corpo ma sottile d’ingegno. Mentre gli elicotteri della polizia volteggiano sulla superficie del lago e l’obeso commissario Andreas Nagel continua silenzioso le sue indagini in solitaria, due balordi fronteggiano grane impreviste nel bosco, e in Svizzera un tranquillo funzionario di una casa farmaceutica compie piccole pericolose scoperte…

Patrick Brosi è nato a Backnang, Stoccarda, nel 1987 e dopo la maturità e il servizio civile ha studiato Storia e Informatica all’università di Tubinga e di Friburgo. Vive e lavora a Friburgo. Der Blogger, il suo secondo romanzo, ha vinto l’importante Struttgarter Krimipreis 2015 per il miglior thriller in ambito economico.


per-mia-figlia-luca-bortoneAncora un consiglio di lettura

“Dopo il successo di “Land Grabbing”, Luca Bortone torna con un thriller ricco di suspense, adrenalina e colpi di scena, in cui i protagonisti sono costretti a fare i conti con la crudeltà della vita e con le ombre nascoste nel profondo del loro animo.
Il dovere di un buon padre è proteggere la famiglia dall’orrore. Cosa succede quando fallisce?
“Per mia figlia” è un thriller crudo, che si sviluppa attorno a una semplice domanda: fin dove può spingersi l’amore di un padre davanti allo stupro subito dalla figlia, che avrebbe solo voluto tenere nascosta ogni cosa?

L’e-book è disponibile in tutti gli store online, italiani e internazionali, e a breve sarà disponibile anche l’edizione cartacea direttamente sul sito dell’autore: www.lucabortone.ch