Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Archivi del mese: dicembre 2013

Unknown-1Quando ero una ‘adolescente disperata’ (ah no, quelle erano le casalinghe..) impazzivo, letteralmente, per i telefilm di Ellery Queen. Ricordo che non ne perdevo uno, che mi sembrava perfetto, nel ruolo del protagonista, il bravissimo Jim Hutton e che tutte le volte mi stupivo per la dabbenaggine di Simon Brimmer che, in ogni puntata, annunciava di voler rivelare l’assassino di turno salvo poi essere puntualmente smentito dall’apparentemente disincantato Ellery. La serie, ambientata nel secondo dopoguerra è stata trasmessa in Italia nel 1979 e poi non so quante volte replicata: la cosa curiosa era il fatto che, quasi al termine degli episodi, Ellery-Jim Hutton, purtroppo morto a soli 46 anni proprio nel 1979, si rivolgeva al pubblico televisivo chiedendo, visto che tutti gli indizi erano stati svelati, se avesse la soluzione e io spesso rispondevo di no.. L’arrivo dei libri di Ellery Queen in Italia invece risale a molto tempo prima, agli anni Trenta, chiaramente per i Gialli Mondadori e le avventure dello scrittore detective ebbero subito un grande successo. In effetti le storie di Ellery Queen che ho letto, parecchie, sono davvero piacevoli: in particolare ho apprezzato “Il caso dei fratelli siamesi”, “Il paese del maleficio”, “Il re è morto”, “Il gatto dalle molte vite” ma anche altri della lunga serie. Fra l’altro a firmare i libri con lo pseudonimo di Ellery Queen, il nome del protagonista stesso, erano due cugini statunitensi figli di immigrati polacchi di origine ebraica, Frederic Dannay  e Manfred Bennington Lee, entrambi scrittori ed appassionati di letteratura poliziesca. Per chi volesse leggere i libri di Ellery Queen i titoli sono tantissimi, chi volesse invece vedere i telefilm può puntare su Fox Retro, sulla piattaforma Sky, che da tre anni a questa parte ha, in più occasioni, trasmesso episodi della serie. Sandra